Home / Economia / IOTA, la nuova moneta virtuale dopo Bitcoin

IOTA, la nuova moneta virtuale dopo Bitcoin

Cos’è IOTA, come funziona questa criptovaluta e in cosa è diversa dalle altre: tutto quello che c’è da sapere sulla nuova moneta digitale.

Il progetto IOTA

IOTA è un nome familiare nel mondo della tecnologia, visto che si tratta di un sistema tecnologico. Per chi invece si diletta a fare il trader part time o chi è esperto tecnologico, la sigla si tramuta in un altcoin che sta incuriosendo gli investitori. Che cos’è, come funziona e perché è così diversa dalle altre cryptovalute? Forse nel suo valore, ma per sapere le quotazioni iota in tempo reale basta fare un click. Prima di tutto, IOTA è una criptovaluta disegnata per il cosiddetto Internet delle Cose. Rispetto alle altre monete del Blockchain, IOTA si può vantare di avere quattro vantaggi: è scalabile, decentralizzata, modulare e non soggetta a tassazione. Di solito, le monete digitali sono disponibili nelle proprie piattaforme, invece IOTA si può comprare e vendere nella piattaforma di scambio di monete digitali chiamata Bitfinex, anche se si può iniziare a vedere su Binance, CoinSpot, IQOption e CoinFalcon. Essa è scambiabile per ora soltanto con dollari, Bitcoin ed Ethereum. Come tutte le altre criptovalute, anche IOTA ha seguito gli andamenti del mercato di critpomonete, quindi ha avuto un brusco calo come BTC ed ETH (Ethereum) nel mese di luglio, per poi riscattarsi nei mesi successivi iniziando da agosto.

Che cos’è IOTA

IOTA non è certo una criptomoneta stabile: del resto, nel mondo delle criptovalute è arduo fare delle supposizioni. Questa valuta digitale potrebbe risalire grazie alla fiducia degli investitori nella tecnologia che sta alla base del prodotto, così come potrebbe calare bruscamente da un giorno all’altro. Anche IOTA ha un’unica funzione e si tratta di un progetto ben preciso, sebbene operi utilizzando tecnologie diverse rispetto alla maggior parte delle monete digitali che hanno saputo spiccare sul mercato online. La tecnologia di IOTA è stata strutturata e progettata per aiutare determinate macchine a comunicare e stabilire delle transazioni senza commissioni. Questo permette l’esistenza dell’Internet delle Cose, ovvero Internet of Things e si differenzia anche per il suo sistema, rispetto alle altre valute digitali. Invece di usare una blockchain, ha nel sistema un libro mastro a cui fare riferimento, chiamato The Tangle. E’ stata una scelta ponderata, in quanto la tecnologia blockchain ha lo svantaggio di impedire di effettuare micro-pagamenti. Inoltre, questa valuta digitale è stata creata appositamente per scalare, a differenza di Bitcoin ed Ethereum, strutturati appositamente per risolvere questi problemi. Il token digitale non ha bisogno di miners e del mining per operare, dato che ha acquisito la capacità di auto mantenersi operando in un contesto di auto regolazione. E questo aspetto sta attirando molti trader delusi dalle procedure di mining.

Novità di IOTA

Le principali novità di IOTA sono due, ovvero l’utilizzo e la funzionalità. Il primo è l’impiego di una tecnologia specifica che permette alle macchine di comunicare. Può processare delle micro-transazioni senza alcuna commissione, cosa che nessun’altra moneta digitale può fare fino ad ora. Come già detto, questa criptomoneta opera usando una tecnologia chiamata Tangle. Non si tratta certo di una tecnologia blockchain, bensì di un registro decentralizzato che si regola automaticamente, facendo dimenticare i vari processi di mining.

About Redazione

Check Also

Borse riutilizzabili pericolose, come evitare problemi di salute

Una ricerca statunitense punta il dito contro questi oggetti, usati regolarmente da tutti per fare …