Home / Economia / Come iniziare ad investire correttamente in criptovalute

Come iniziare ad investire correttamente in criptovalute

Cosa significa investire in moneta virtuale e quali sono le opzioni di guadagno corrette per quanto riguarda la moneta digitale.

Criptovalute, come investire in moneta digitale e quali sono i vantaggi

Tutti i grandi trader del passato hanno acquistato Bitcoin o altre valute digitali quando queste costavano poco più di qualche dollaro. E ci hanno preso giusto: oggi hanno una fortuna visto he attualmente superano i 1100 dollari. Nonostante questo, alcuni trader nutrono diffidenza sulle criptovalute. Se qualcuno potesse prevedere il futuro dal punto di vista economico e azzeccare tutti gli investimenti, sicuramente sarebbe milionario. Ma nessuno ha la sfera di cristallo e molti si interrogano se si a il caso o meno di investire anche attualmente in Bitcoin o in altre monete virtuali. E’difficile provare a fare alcune considerazioni o delle previsioni su come andrà questo investimento in futuro, ma qualcuno sa i migliori metodi per investire in criptovalute.

Che cos’è la moneta virtuale o criptovaluta

Con il termine criptovaluta viene definita una valuta paritaria, decentralizzata e digitale, la cui implementazione si basa sui principi della crittografia per convalidare le transazioni e la generazione di moneta. Ogni valuta digitale permette all’utente di effettuare pagamenti online in maniera sicura e, soprattutto, non sono soggette all’inflazione, visto che nessun Paese ha la facoltà di poterle stampare. Esse sono nate infatti come antagoniste delle valute nazionali, allo scopo di decentralizzare il sistema monetario, visto che non vengono emesse da un ente centrale. Monete virtuali e transazioni legate ad esse viaggiano in un network composto da persone davanti a un pc e a un server, dislocate in ogni angolo del mondo. La cosa bella è che chiunque può far parte di quel determinato network, basta solo avere la piattaforma giusta.

Ma come si producono Bitcoin e le altre monete virtuali? In sostanza, sono gli stessi utenti che possono minarla e produrla, risolvendo dei blocchi, ovvero transazioni all’interno del network. Quest’azione viene definita mining di criptovaluta e chi la fa viene definito miner. IL software della moneta digitale è stato pensato in tal modo da consegnare come fosse una ricompensa, un certo numero X di criptovalute agli utenti che svolgono il ruolo di miner, ogni volta che un blocco viene risolto. Quando diventa difficile fare questa operazione, molti preferiscono buttarsi sull’acquisto della moneta virtuale, allo scopo di conservarla nel portafogli virtuale e, come hanno fatto i saggi vecchi trader, aspettare il momento giusto, ovvero quando aumenta di valore.

Come si investe in moneta virtuale

Detto questo, in quale criptovaluta conviene investire? Questa risposta la vorrebbero sentire anche i tanti trader per effettuare il loro migliore investimento nel lungo termine. In realtà, la moneta digitale non deve essere considerata solamente un investimento finanziario, bensì anche uno strumento che può offrire innumerevoli vantaggi. Come già detto, il primo vantaggio è sicuramente la sicurezza, visto che ogni transazione, grazie alla blockchain, avviene se l’intero network l’ha vista e registrata. Quindi, non è possibile imbrogliare. Secondo vantaggio è l’anonimato: a differenza delle valute tradizionali, la moneta digitale è anonima, non vi è spostamento di denaro reale da una banca all’altra come avviene per i contanti e quindi niente abusi che rendono la moneta virtuale illegale. Oltre ad avere transazioni sicure e autorizzate, si gode di una certa indipendenza visto che sono svincolate dal sistema bancario e dai sistemi governativi.

About Redazione

Check Also

Economia digitale, Bitcoin moneta virtuale che piace poco agli ambientalisti

Quando si affronta il tema relativo all’economia digitale, ed agli sviluppi futuri, è difficile non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *